Come si scommette a sistema a correzione di errore

scommesse-a-sistema

La paura che attanaglia tutti gli scommettitori quando la macchinetta del loro centro scommesse di fiducia eroga la giocata è fallire la cassa per pochi eventi, uno o due. Già, a molti di noi sarà capitato di dover stracciare la bolla per incredibili colpi di scena, difficilmente pronosticabili.

Quanta tristezza porterebbe nei nostri animi un team ultimo in classifica e col destino già segnato che va a vincere in trasferta della squadra che compete per lo scudetto o per un posto in Europa? Seduti su quella sedia magari pensavate ad un quota retorica, ma…

Forse il fenomeno del calcio scommesse dell’epoca non era ben articolato come quello attuale, ma immaginate quanti pronostici falliti ci sono stati in quel “maledetto” 5 Maggio 2002 quando l’Internazionale, dopo una partita dalle palpitanti emozioni, consegnò di fatto lo scudetto agli acerrimi rivali della Juventus vedendo infranto anche l’obiettivo del secondo gradino del podio, a vantaggio dell’ A.S. Roma? Quando si dice: “Oltre il danno, la beffa”.

Sviando dall’aspetto della fede calcistica vera e propria, il nocciolo della questione è che a volte in maniera rocambolesca, lo studio maniacale e attento ai dettagli per la bolletta di quella domenica mattina si scioglie come neve al sole.

Ebbene, in questi casi, conoscere le incredibili sfaccettature e i vantaggi della giocata secondo un “sistema“, può essere davvero molto utile. E’ inutile sottolineare quanto negli ultimi anni questa “strategia” di giocata, così come il masaniello, sia diventata di dominio pubblico e sia parte integrante di ogni giocatore di fascia medio alta.

Cos’è un sistema di scommesse?

Primo step assolutamente necessario è definire un sistema di scommesse. In un sistema, la condizione necessaria e sufficiente affinché la bolla possa andare in stampa è che il numero di eventi pronosticati sia, in numero, maggiore o uguale a tre.

Più avanti, verrà spiegato nel dettaglio come impostare un sistema e le diverse tipologie di giocata di cui si può usufruire. Per il momento, cerchiamo di capire meglio analogie e differenze con un pronostico tradizionale. Rispetto ad una scommessa singola o multipla, la particolarità è che si possono creare combinazioni tra gli eventi.

In sostanza, ciò si traduce nella possibilità di definire più bollette, figlie comunque di un’unica bolletta madre allargando in questo modo il range di probabilità di cassa. Facendo un esempio pratico, supponiamo di prendere in considerazione tre eventi:

  • evento 1;
  • evento 2;
  • evento 3.

Di questi tre eventi, decido di farne un sistema che combini a due a due le giocate; vale a dire che il computer erogherà tre ipotesi:

  • evento 1 ed evento 2;
  • evento 1 ed evento 3;
  • evento 3 ed evento 2.

Ecco come da una schedina madre, si sono generate tre schedine figlie in un sistema di scommesse. Se aveste giocato una multipla tradizionale invece, combinazioni non erano ammesse: ciascuno dei tre eventi infatti, sarebbe dovuto risultare vincente per andare in attivo.

La correzione di errore

Il tema proposto a fine del precedente paragrafo, anticipa la trattazione della “correzione d’errore“. Se infatti combino tre eventi in un sistema a due a due stilando tre schedine, ammetto in esse un margine di un errore cioè “una correzione d’errore”.

Il vantaggio principale di definire una giocata di questo tipo risiede nella possibilità di vincere e andare in cassa anche se non vengono indovinati tutti gli eventi. Di conseguenza però bisogna capire che diminuendo il contributo di rischio, diminuisce a sua volta anche la quota e quindi rispetto ad una multipla integrale i proventi saranno leggermente inferiori.

E allora se siete persone argute, avrete anche capito che un sistema di scommesse a correzione di errore è indicato quando si pronosticano partite complesse o comunque a quote molto alte. Se avete in mente di creare un sistema di tre eventi con fattore moltiplicativo di 1.30 o 1.40, il consiglio spassionato di tutti gli scommettitori è di virare sulla multipla classica.

Troppo bassa la quota; insignificante e quasi ridicola, la proposta del sistema. Pensate invece se la proposta di gioco fosse tre eventi e tre risultati esatti tutti con una quota maggiore di nove euro. Bè, se il fattore di rischio è elevato come in questo caso la probabilità di cassa si abbassa drasticamente e abbiamo bisogno di un metodo che non ci remi contro, il sistema di scommesse.

Vediamo come si scommette nella pratica: inseriti almeno tre eventi, nel lucky box in alto a destra della vostra piattaforma di gioco (per intenderci dove prendete visione del riepilogo della giocata), sarà possibile cliccare sulla voce sistema. In base agli eventi pronosticati, automaticamente il server vi suggerirà la tipologia di sistema più idonea.

Con tre eventi ad esempio, compariranno tre voci:

  • sistema 1/3 (3 scommesse): spuntando questa casella e indicando il valore moltiplicativo nella stringa , il software formula sostanzialmente tre multiple in cui per realizzare la vincita deve essere corretto almeno un evento.
  • sistema 2/3 (3 scommesse): spuntando questa casella invece, il software formula tre multiple in cui per realizzare la vincita devono essere corretti almeno due eventi su tre, cioè ammette una correzione d’errore (è il caso del paragrafo precedente). Sempre nel lucky box, la piattaforma vi indicherà l’importo totale a pagare, la potenziale vincita minima e quella massima.
  • sistema 3/3 (1 scommessa): è una multipla in cui vincita minima e massima si equivalgono.

Sbagliare qualche partita allora non comprometterà tragicamente la nostra giocata, bensì sarà possibile perseguire comunque una buona cassa grazie alle alte quote.

Il discorso è del tutto analogo se anziché tre eventi, scegliamo di pronosticarne quatto o di più. Il modus operandi della piattaforma sarà identico garantendo il ventaglio di chance come segue:

  • sistema 1/4 (4 scommesse)
  • sistema 2/4 (6 scommesse)
  • sistema 3/4 (4 scommesse)
  • sistema 4/4 (1 scommessa)

Questa proposta di giocata può essere implementata dalla componente che i migliori scommettitori chiamano “il bank”. Il bank è essenzialmente la giocata fissa (si spunta la casella “fissa”), un porto sicuro che dipende solo dall’istinto e dal pensiero di ognuno di voi.

Ammettere la condizione dell’ evento fisso, significa imporre al software di generare delle schedine multiple che però portino in dote sempre e comunque la quota dell’evento fisso. Tuttavia, è un’arma a doppio taglio e i motivi sono abbastanza intuibili.

Il vantaggio è sicuramente quello di mantenere alta la quota d’insieme del sistema, ma lo svantaggio grandissimo è che sbagliare la bank fissa significa compromettere e perdere l’intero sistema. Attenzione quindi ad inserire eventi fissi a quota 1.03, non sempre è una soluzione paracadute.

Esempi pratici

Come esempio pratico, atto a suggellare tutta la spiegazione precedente si è deciso di prendere in considerazione la prossima giornata di serie A Tim. Fa proprio al nostro caso perché si compone dei tre big match delle prime sei squadre in classifica: Lazio-Juventus; Napoli-Roma; Milan-Inter.

Milan, Napoli e Juventus sono attualmente le compagini che assicurano solidità, concretezza cinismo e bel calcio. Dall’altra parte anche se Roma, Inter e Lazio stanno vivendo un periodo avaro di emozioni e punti, restano comunque degli organici validi e di qualità.

Poi le partite secche si sa, fanno storia da sole. E’ quindi altamente probabile che in questi match i valori di entrambe le squadre possano annullarsi e generare pareggi. Il segno X è proprio quello che penseremo per un consiglio di scommessa e un esempio pratico del sistema a correzione di errore.

Le tre X sono rispettivamente quotate 3.30, 4.00 e 3.10. Inseriamo le puntate sulla dashbord della piattaforma di scommesse e premiamo la voce sistema. Se non sai ancora quale sito di scommesse utilizzare, consulta la lista dei migliori bookmaker online.

Decidiamo quindi se giocare un sistema 1/3 (consentiti due errori) o 2/3 (consentito un errore) ed inseriamo nella stringa apposita il fattore moltiplicativo 5. Verranno generate in entrambi i casi tre scommesse da 5 euro (totale 15 euro di spesa) con le seguenti proiezioni:

  • Sistema 1/3: vincita minima 15.75 euro ; vincita massima 20 euro
  • Sistema 2/3: vincita minima 51.97 euro ; vincita massima 66 euro

Per ritornare al discorso precedente poi potremmo implementare la giocata con il pronostico 1 di Torino-Crotone (quota 1.40) e definirlo come bank con tutti i rischi che però comporta.

In ogni caso però, le potenziali vincite minime e massime nel sistema 2/4 o 3/4 arrivano ad aumentare complessivamente di circa 10 euro nella prima ipotesi e di 20 euro nella seconda.

Buona fortuna e buon divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi al tuo account

Non hai ancora un account?

Mostra

Password dimenticata?

Registrati gratuitamente

Hai già un account?

Mostra

Mostra

Recupera la password

Inserisci l'indirizzo email usato durante la registrazione. Ti sarà inviata una nuova password.

Conferma il codice PIN

Inserisci il codice PIN ricevuto via SMS per confermare il tuo account.

Close
x
Megaregistrazione

OFFERTA di BENVENUTO

Ricevi fino a 500 € di BONUS in 10 minuti

RICHIEDI ORA